08 gennaio, 2014

Anno nuovo

Sono tornata. Avrete capito che durante le feste mi sono presa la classica pausa.

Da tutto.
Dal lavoro, dai pensieri, in parte anche dalla famiglia e dal blog.

Il blog sta cambiando pelle, io vi avviso, il mio camaleonte non resiste più di qualche mese. Spero vi piacerà.

L'anno non si è chiuso benissimo, ma si è riaperto meglio.

Ho capito tante cose. Sono successe delle cose. Che mi hanno un po' aperto gli occhi. Per l'ennesima volta.

Ho capito quanto sia disastrosa la situazione lavorativa nella mia zona, quindi io dovrei proprio mordermi le labbra, quando mi lamento e iniziare a sperare e darmi da fare, visto che tra meno di tre mesi il mio contratto scade.

Ho capito che ci sono cose che mi danno tanta emozione e una di queste è sciare. Sì, ho rimesso gli sci dopo quattro anni di inattività e vi racconto una cosa che non sa nessuno: mentre filavo (non più come una volta) per la discesa, mentre le gambe dolevano e la faccia pungeva per il freddo, io ridevo. Sì sì, non sorridevo, RIDEVO.

Ho capito che dovrei farlo più spesso, sia sciare che ridere.

Ho capito che niente potrà mai scalfire l'amore che provo per le mie montagne, per il paesello. La serenità che provo quando ci vado, la pace che cresce in me, il sorriso che mi si apre nel cuore quando cammino per quelle stradine. Nulla di tutto questo finirà mai.

Ho capito che talvolta le sfortune sono necessarie, che la vita è un ciclo crudele e che perché qualcuno vada avanti con la propria vita, capita che altre vite debbano subire duri colpi.

Ho capito quanto sia immensa la mia fortuna, ad avere la mia bambina e tutta la mia famiglia. Perché certe notizie che riguardano gli altri ti straziano l'anima e non si può non pensare grazieadiononstacapitandoanoi.

Ho capito che ho due anime gemelle: una ovviamente è Darcy e l'altra è la mia amica più cara, quella che sa prendermi a schiaffi e farmi ubriacare di birra. Quella che mi abbraccia davvero e mi chiama a casa, non al cellulare. Lei c'è. C'è davvero e dovrei ricordarmelo più spesso.

Lo so, questo post è una sbrodolata di banalità.
Ma dovevo metterle giù, in qualche modo.

Non voglio fare buoni propositi, tanto lo so che continuerò a fare gli stessi errori. Certe cose non cambiano.

Non voglio avere aspettative stellari, perché starei peggio, perché sono già in salita: inutile alzare gli occhi e cercare la vetta, mi farebbe solo sentire più distante.

Farò un passo alla volta, tagliando il sentiero per far meno fatica, cercando i posti più sicuri dove appoggiare i piedi. Cercando di non scivolare e tenendomi sempre a portata di mano degli appigli.

E poi c'è Darcy che sale con me, perché si sa, in montagna non si va mai da soli.

18 commenti :

  1. Anche se non scio hai descritto alla perfezioni le MIE sensazioni circa il MIO paesello in montagna. Felice di rileggerti e di trovarti concretamente lanciata sul nuovo anno.
    bacioni Sandra frollini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehehe lo immaginavo. Felice anch'io di tornare a scrivere e leggerti. Baci cara!

      Elimina
  2. Aaah l'ebbrezza della discesa sugli sci, che bello, ti capisco benissimo, anche su questo abbiamo tanto in comune :-)

    RispondiElimina
  3. È proprio vero in montagna si sale in due e tutto diventa meno faticoso;-)) auguri di buon anno cara Lizzie!!

    RispondiElimina
  4. Quanto allo sci e alla montagna, sai che con me sfondi una porta aperta. Quanto alle disgrazie, ne ho troppe intorno ma ringrazio ogni giorno perché il nano e l'Alpmarito, a parte l'ustione, stanno bene.
    Quanto agli amici, sono sempre di meno quello veri, anche per colpa mia e del poco tempo che riesco a dedicare loro. E sbaglio.
    Per il resto, buon rientro!!!
    P.s. Lamentarsi per il lavoro e' legittimo, se comunque ci si da da fare, no? Non fai torto a nessuno a dire la verità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelli che restano sono quelli veri, ma vanno coltivati, non trascurati. Sono la prima a dire che sia difficile, ma ripaga.
      Tanto lo sapete che qualche lamentela mi scapperà sempre, del resto per necessità mi sono ritrovata a fare un lavoro che non amo in un settore che non ha molto a che vedere con le mie passioni...non posso snaturarmi!

      Elimina
  5. Buon anno!
    Io ho sempre sciato volentieri, ora sono 7 anni che non lo faccio e non ne sento la mancanza. Quando mi capita di pensarci, avverto una sensazione di timore ed incertezza all'idea di tornare sulle piste, starò veramente invecchiando??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon anno Serena! Non stai invecchiando, è normale, è consapevolezza che si acquista con la maturità e da un lato, meglio così, prima di farsi male!

      Elimina
  6. E ci sta pure una sosta ogni tanto, alla vetta ci arriverete e vedrai che panorama! Buon anno! Non vedo l'ora di vedere i cambiamenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si anch'io sono impaziente, ma siamo ancora indietro coi lavori...non sono ancora soddisfatta del risultato, sono una perfezionista!

      Elimina
  7. misspandorabis9 gennaio 2014 09:10

    bentornata!

    RispondiElimina
  8. credo che un elenco di "banalità" sia spesso meglio di grandi paroloni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo credo anch'io...dei paroloni diffido sempre e comunque

      Elimina