26 dicembre, 2013

Christmas Time

Funziona sempre così, no? Quando si hanno tante aspettative, quando si attende un momento con ansia ed impazienza, poi puntualmente arriva la delusione.

Che qualcosa sarebbe andato storto l'ho capito ieri, quando in totale scioltezza, mia suocera se ne esce dicendo: "Fosse per me, vorrei aprire gli occhi ed essere già a S. Stefano".
Ma grazie, grazie, ti ringrazio visto che passerai il Natale a casa mia, coi miei genitori, le mie nonne e mio marito, che guarda un po', è tuo figlio.
Tecnica applicata: lascia scivolare e non ci pensare, ma ormai il tarlo si era insinuato.

Allo scoccare della mezzanotte, dopo aver messo a letto la Ballerina e aver compiuto l'operazione Babbo Natale, portando tutti i pacchi nascosti per casa sotto l'albero, io e Darcy abbiamo scartato i nostri regali. E da lì è stato tutto chiaro.
Io ho clamorosamente toppato, dopo anni di onorati successi, ho fallito miseramente, me l'ha praticamente detto a chiare lettere, anche se non ce ne sarebbe stato bisogno, data la sua incapacità di fingere.
Non era ciò che voleva, non gli serve, non sa che farsene.
A peggiorare il tutto, io al contrario ho ricevuto un regalo che desidero da anni, il che mi ha fatto sentire ancor peggio, se possibile.

Ma non è finita.

La mattina, stamattina, la Ballerina si sveglia con le palle (le avesse) in giostra, ma in giostra, ma in giostra che più in giostra non si può: all'ingresso di suo padre in cameretta esordisce con una serie di "No, no no no no no no non così!!!!!" urlando e piangendo.
Motivo: non pervenuto.
Spiegazioni: non pervenute.
"Ballerina, vuoi vedere se è passato Babbo Natale?"
"Biè" (il suo modo per esprimere sdegno e disinteresse).
"Ballerina, vuoi vedere se ci sono dei ragali per te sotto l'albero?"
"Biè"
"Ballerina, non vuoi aprire i tuoi pacchetti?"
"Biè"
La tentazione di far sparire i regali è forte.
Ci metto circa mezz'ora a calmarla, tenendola in braccio, sul divano, in posizioni assurde con la sciatica che quasi mi fa piangere dal male e Darcy in cucina mortificato dall'inspiegabile atteggiamento figliesco.
Quando finalmente si avvicina all'albero, afferra decisa praticamente l'unico pacchetto che non è per lei: segue tragedia in 3 atti per fare uno scambio e darle un pacchetto suo.

Ecco, da lì in avanti è andata un po' meglio.
Nonostante un pranzo fatto a spizzichi e di fretta, che mi fatto digerire male e venire mal di testa.
Nonostante abbia visto drammaticamente peggiorate le mie nonne, cosa che mi ha proprio stretto il cuore.
Nonostante abbia visto i miei stanchi e affaticati.
Nonostante tutto ciò, è andata meglio.

Fino alla fatidica ora della nanna.
Non mi dilungo. Portata a lavarsi e messa  a letto, dopo un'ora ha voluto ritornare in salotto a giocare ancora un po'....poco fa l'ho riportata in cameretta assistendo ad un capriccio di portata epica e al momento, ancora la sento piagnucolare, ma non voglio dargliela vinta.

Con la testa che scoppia e il cuoricino a pezzi nel sentire la mia bambina piangere (anche se so che è un capriccio della peggior specie), vi auguro buona notte, con una perla di saggezza:

"Thanks God it's Christmas
Yes it's Christamas
Thanks God it's Christamas
For
One 
Day".

28 commenti :

  1. Coraggio, è passata..se può consolarti, qui bimbe con la febbre e, causa allerta meteo che sconsiglia di uscire di casa, pranzo di santo Stefano saltato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi dovevamo andare in montagna domani mattina, ma causa interruzione corrente elettrica in valle, la partenza è posticipata quanto meno a domani pomeriggio. Almeno ci aspetta un paesaggio fantastico ;-)

      Elimina
  2. Io però sono curiosa sui regali che vi siete scambiati tu e Darcy. Che dire? Il meglio del Natale, continuo a dirlo, è l'attesa, i preparativi, il mood lucine attivato e tutto il contorno bello, per il resto scazzi a mille, assenze, stupide giustificazioni degli assenti, regali mandati per interposta persona e via, tutto un deja vù cara che si è consumato anche da me all'ennesima potenza. Condivido ogni riga di questo sdegno, mi spiace tanto cara davvero.
    Sandra frollini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dato che il suo hobby è la tecnologia, tutto ciò che è tecnologico, ma ha già di tutto, ho scovato un aggeggio che connette i tablet e smartphone con i TV, peccato che per tanti aspetti non funziona, tipo con i programmi Sky...Lui mi ha regalato uno splendido braccialetto d'argento, che volevo davvero da secoli. Per me i braccialetti sono come i cioccolatini: mai abbastanza!

      Sandra, pensa che ho dovuto mandare mia madre (perchè io lavoravo) in ufficio dal papà di una mia "amica" (la famosa testimone) a prendere i regali di Natale, mio e della piccola, perchè lei in un anno intero, non è MAI passata a trovarci. Si trattava infatti dei regali di Natale del 2012. Che dici??

      Elimina
    2. Dico che non farsi i regali in questi casi sarebbe estremamente vantaggioso per l'economia e per l'ulcera, ma che senso ha??? bacione Sandra

      Elimina
    3. Proprio nessuno. Bacio a te

      Elimina
  3. Risposte
    1. Altrettanto, anche se in clamoroso ritardo!

      Elimina
  4. Anch'io quest'anno ho toppato il regalo e i capricci non son mancati! Oggi sono uno straccio da influenza e mi consolo dicendo, che se mi fosse venuta ieri sarebbe andata peggio! .....però io ai gufi ci credo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahhah anche le migliori sbagliano, Piky, facciamocene una ragione! Qui la saga dei capricci continua...comincio a pensare che non sia tanto il Natale quanto proprio una fase. Mi auguro solo che finisca presto. Domani andiamo in montagna, spero che la neve crei un piacevole diversivo.

      Elimina
  5. hehehhe menomale che e' solo un giorno all'anno, oh yes!
    Pure la Picca ha fatto una scena madre e alla fine non ha fatto il pisolino. Il fatto che i parenti andassero in camera sua a turno a consolarla non ha di certo aiutato l'addormentamento. E alla fine abbiamo ceduto e in piu' c'erano ancora regali vari da aprire, quindi l'associazione e' stata: non dormo e faccio i capricci = mi date i regali da aprire. Che figata. Vabbe dai e' tutto bellissimo :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mmmmm capisco, capisco bene...che nervi. Ma va bene. L'importante è la salute! Baci Sfolli.

      Elimina
  6. Anche orsetta aveva una delle sue giornatine il giorno di Natale.. per fortuna le è passata dopo un po'...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora era un'epidemia...o sono i pacchetti sotto l'Albero????

      Elimina
  7. quanto a capricci, anche da noi è sempre peggio, forse causa il contatto prolungato con uno dei miei nipoti che per il nano è il massimo ma che ha un caratteraccio e a cinque anni insulta sua madre...
    quanto al resto, mi sa che dovrò scriverci un post...domani però, oggi lavoro E QUINDI MI RIPOSO...è tutto dire no?

    Comunque forza e coraggio, anche quest'anno è andata e l'importante è che Darcy, la Ballerina, i tuoi e le tue nonne fossero lì, con te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì è vero, hai ragione. Ma che fatica...

      Elimina
  8. Succede Lizzie, succede.baci, raffaella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so lo so, so bene che non sono mica drammi, questi. Solo un po' di sindrome del sabato del villaggio...bacioni

      Elimina
  9. Per me Natale finisce alla mezzanotte del 24.
    Fosse per me partirei la mattina del 25 per un posto qualsiasi ma poi prevale sempre in famiglia della specie di 'obbligo' del pranzo e via dicendo. Il Natale ha questo strano effetto, di creare grandi aspettative ma di cozzare con quella che è poi la realtà quotidiana :-) (A proposito, io avrei avuto qualcosa da dire quando mia suocera al pranzo di Natale ha detto a mio figlio (6 anni) che se non avesse mangiato,Gesù Bambino avrebbe pianto. E con questo ho detto tutto. Il prossimo anno metto al tavolo un avatar al mio posto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anonimo, chi sei, non hai firmato! Tra l'altro, hai scritto tutte cose in cui mi ritrovo in pieno!!!

      Elimina
  10. Ahahah! e grazie a Dio è passato anche quest'anno!
    Lo sai che anche Marco si è svegliato inverso, e non ne ha voluto sapere dei regali? forse erano troppo stanchi... boh.
    E cmq tua suocera almeno è venuta da voi: l'anno scorso la mia, dopo aver ricevuto l'invito a stare tutti insieme, dopo 10 gg mi ha detto "Sai...non ho ancora avuto il CORAGGIO di dirlo a mio marito..."
    Mia risposta: "Ascolta, lascia stare, andiamo dai miei anche quest'anno"
    Sua risposta: "Ma si, brava, in fondo state così bene lì, perchè cambiare le cose?"
    Grrrrrrrrr...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccerto, perchè?? Meglio non prendersela...

      Elimina
  11. Carissima, è solo vita, non prendertela, anche se fa male e guarda oltre...Ti mando un bacio grande, anche per la tua famiglia, e ti auguro buon anno!

    Se su fb trovi una richiesta di quest'ora, sono io. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, un grande bacio anche a te e tantisssssssssssssimo auguri!!!

      Elimina
  12. Il mio è in piena crisi da "terribili due (anni)", fa un sacco di capricci, si arrabbia per cose che a volte non capisco neppure.
    Passerà (spero)

    Le suocere sono mitiche, quando la mia mi dice qualcosa cerco di passarci sopra. Sono troppo buona?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche la Ballerina sta attraversando esattamente quella crisi...

      No, non sei troppo buona, è il miglior modo per vivere bene e non rodersi il fegato.

      Elimina