10 luglio, 2013

Sogni e progetti

E' tempo di sognare.

Sì, tra mille incertezze, ferite da leccare e botte da assorbire, c'è anche il tempo di sognare e di provare a costruire.

Ho investito i soldi. I dolorosi soldi che mi ha dato la Multinazionale per andarmene zitta. Adesso non ci sono più, finalmente anche loro stanno zitti, non mi urlano più in faccia "Guarda quanto vale il tuo allontanamento". Li abbiamo investiti in qualcosa che, ai nostri occhi, poteva essere sia un buon investimento, sia una sorta di regalo per il presente ed il futuro della Ballerina.
Ora sono più leggera, più tranquilla. Quei soldi, che per altro non avevano in alcun modo cambiato il nostro tenore di vita, mi disturbavamo. "E non potevi non prenderli?" direte voi. Sì forse potevo, ma non avete idea del casino che avrei scatenato. Se mai vi interessasse, ve lo racconterò, ma non credo sia una storia interessante.

Sogno. La Ballerina ha due anni e come sapete io non voglio che resti figlia unica. Io sono figlia unica, figlia di figli unici; non voglio mettere anche lei in questa condizione.
Ho un lavoro precario, se perdo questo difficilmente ne troverò un altro qui, nella mia provinciale città annegata nelle risaie, ma non voglio rinunciare a dare un fratello o una sorella alla piccola, perchè credo che sarebbe il più bel regalo che potrei farle.
I rapporti tra fratelli non sono sempre idilliaci come li immagino io, me ne rendo conto. Ma il primo passo, posso farlo solo io. Poi la costruzione dei rapporti, sarà un'altra storia, ma da qualche parte, bisogna pur iniziare.
E' ora di pensare che i condizionamenti esterni contano, ma fino a un certo punto e che forse, non è il caso di aspettare oltre perchè le condizioni perfette, non esistono.

Andremo a Parigi, Darcy ed io. Proprio mentre pensiamo di allargare la famiglia, ci regaliamo quella micro vacanza da sposini che reclamo ormai da diversi mesi e che, per un motivo o per l'altro, abbiamo dovuto rimandare più volte. La Ballerina starà in montagna, o forse di nuovo al mare, non sappiamo ancora come ci organizzeremo. Sarà dopo le due settimane che passeremo in montagna tutti e tre insieme. Non vedo l'ora di preparare panini, riempire gli zaini e portarla a rotolarsi nei prati e far amicizia con le natura alpina. Il rumore dei torrenti, il profumo dei prati e dei pini, le voci allegre degli escursionisti, il panorama delle montagne che ci circonda. Noi tre insieme. Già, non vedo l'ora.

Oggi sono così, sognatrice nelle nuvole, che poi, è la mia vera natura.

14 commenti :

  1. Fai bene Lizzie. Essere figli unici non è poi cosi grave, si sopravvive ma il legame con un fratello / sorella è davvero unico e speciale. certo ci sono casi in cui non si va d'accordo e i rapporti si rompono anche definitivamente ma in linea generale fai bene a volerle dare un fratellino/sorellina....chissà....PArigi è magica e romantica :-))))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedremo, per adesso sono solo castelli in aria!

      Elimina
  2. No cara figurati se penso che non dovevi prendere i soldi, maccchescherziamo? Prendi i soldi e scappa!!!!
    Fai bene, ammesso che la mia opinione conti qualcosa nel senso che certe decisioni sono SOLO della famiglia, a pensare a un fratellino/sorellina, credo che il momento giusto non arriva davvero mai a star lì a guardar tutto.
    Un bacione e W Parigi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'opinione delle amiche conta e come!

      Elimina
  3. A noi Parigi portò molta fortuna ;-)
    Un abbraccio forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara. Non voglio volare troppo con la fantasia, l'arrivo della Ballerina è stato un cammino lungo e diffcile, ma chissà :)

      Elimina
  4. Hai ragione in pieno, non ha senso aspettare le condizioni perfette, soprattutto perchè, e lo sai benissimo, i bambini arrivano quando lo decidono loro! In bocca al lupo!!

    RispondiElimina
  5. così si fa!!! come ti capisco... Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh cara, questo tuo commento e il tuo capirmi...sono particolarmente graditi. Un forte abbraccio anche a te

      Elimina
  6. Questo è l'unico sogno vero che devi portare avanti, mi piacciono le persone come te, che non stanno a guardare di avere tutto perfetto attorno, purtroppo viviamo in un momento particolare.....ma speriamo che cambi presto. Quindi portatevi avanti nel frattempo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MdS ho imparato che se aspetti "il momento giusto", non farai mai niente...

      Elimina