22 luglio, 2013

M ce l'ha fatta

Quando ho scoperto di aspettare la Ballerina, ho scritto questo post.

M è mia amica da tanti anni e senza essere amiche del cuore (definizione che tra l'altro detesto), abbiamo condiviso tanto tempo, tante esperienze e tante sofferenze.

Abbiamo condiviso anche la paura, la tristezza e il buio in cui ci si ritrova quando cerchi un figlio e quel figlio, non arriva.

Poi come sapete bene, io ho trovato la mia Ballerina e le nostre strade, la mia e quella di M, non sono più state parallele. Abbiamo però continuato a frequentarci, a condividere e a crescere: il fatto che io aspettassi un figlio non ha minato la nostra amicizia, M non è mai diventata invidiosa, ostile o fredda, anzi, diceva che io le davo speranza. Ha continuato a raccontarmi le sue paure e le sue avventure.
Sì, perchè nel suo caso, per lei e suo marito, c'è stato il tempo di tante avventure....per chiamarle con un termine positivo.
Dai numerosi accertamenti infatti, era emereso che sia lei sia lui avessero dei problemi, qualcosa che non facilitava (per non dire impediva) l'arrivo della cicogna. Non mi dilungo sulle diagnosi, poco importa, sappiate solo che erano problemi seri ed oggettivi.

M e suo marito hanno fatto diversi tentativi di pma, mai andati a buon fine. Per due lunghi anni.

Poi è successo quello che io non so come chiamare, se non mi.ra.co.lo.
M è rimasta incinta, così, naturalmente, inaspettatamente. Come nel più classico dei cliché, quando "non ci pensavano più", quando erano ad un passo dal rinunciare, stremati nel fisico e nell'anima.

A volte capita, allora. Non è solo una leggenda metropolitana.

Ma le sorprese non sono finite.
M durante tutta la gravidanza deve comunque seguire una sorta di terapia e fare controlli costanti.
Va tutto bene, i controlli sono sempre positivi e al terzo mese le dicono che avrà un bel maschietto.

Ecografie tutto ok, tutto perfetto, il bimbo cresce forte e sano.

Forse un po' piccolino, per essere un maschio. Ma è tutto ok.

A marzo 2013, con due settimane di anticipo, M entra in travaglio. Viene ricoverata di sera e il mattino dopo nasce....

....Veronica!

Una meravigliosa, spledida, capellona FEMMINA.
Una bambina fantastica, che a casa verrà poi accolta da una cameretta bianca e azzurra, da una carrozzina blu con copertina ricamata con il nome FEDERICO, una bambina con tutti i bavaglini azzurri, con tutine, calzine, cuffiette...tutto da maschietto.

Dopo un attimo (o due) di choc iniziale, pare che in reparto si sia scatenata l'ilarità generale e che essa si sia poi diffusa in tutto l'ospedale, alimentando la corsa al "cambio del regalino". Veronica è diventata la star del momento.

Buffo come queste cose capitino ancora oggi, nel supertecnologico terzo millennio, dopo nove mesi di minuziosi controlli e conferme: "Ma si signora, certo che sono sicuro, non vede LI'? E' proprio un maschio!"


La scorsa settimana, finalmente ho conosciuto Veronica (noi ed M non abitiamo nella stessa città):
finalmente, adesso il mio grido di gioia è completo.

13 commenti :

  1. Mammina che bella questa notizia, non si è fatta programmare questa bimba, ne nella nascita ne nel sesso!! Sarà una tosta...anche perchè è femmina!!
    Un abbraccio e congratulazioni anche da parte mia!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh si si che è tosta! Ha già un bel caratterino...e chi può darle torto? per nove mesi si è sentita chiamare Federico! ;-)

      Elimina
  2. anche a una coppia di amici miei con un percorso davvero simile a quello di M è successo il miracolo quando lei aveva 40 anni.
    Ricordo la sua telefonata bellissima. Sai li ho conosciuti dopo la ricerca, quando erano nella fase dell'eccettazione e del pensare a un piano B. per cui non conosco le cause oggettive dell'infertilità, ma so quanto ci abbiano provato e pianto. Il finale è leggermente diverso, ci hanno azzeccato col sesso, ma il buffo è che il loro bimbetto di un anno e mezzo, che ho visto sabato sera, sono gli amici del mio post, si chiama proprio FEDERICO !!!
    Un bacione e soprattutto benvenuta VERONICA piccola immensa sorpresa d'amore e tenacia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Queste storie allargano il cuore e i sorrisi!!!Come pure certe coincidenze. Un bacio

      Elimina
  3. Come sono contenta di sentire queste cose, ne ho sentite tante di coppie che...come dire, dopo tanti tentativi andati a vuoto si "rilassano" e puf! Sorpresa!!
    Che ridere però la storia del sesso!è successo recentemente anche ad una mia collega,ma al contrario, è femmina è femmina signora! Quindi lei aspetta la sua Silvia, prepara tutto e alla fine...nasce Luca!! Mi chiedo oggi giorno come sia possibile ... bah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che nel caso della tua collega, è più facile che succeda: non vedono "qualcosa" che in realtà c'è! Ma nel caso della piccola Veronica, hanno visto e mostrato alla madre la prova inesistente che nel suo pancino c'era un maschio...ma cosa avevano visto??? mistero!

      Elimina
  4. Queste si che sono belle sorprese!

    RispondiElimina
  5. Evviva Veronica!! Evidentemente è più pudica della mia primogenita, che, nonostante non ci fossero dubbi sul suo sesso perchè avevo fatto l'amniocentesi, in una delle ultime ecografie ha messo le sue parti intime talmente a favore di sonda da renderle perfettamente riconoscibili anche per noi genitori!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Decisamente burlona, altro che pudica!

      Elimina
  6. Yoohooo!! Evviva!
    Ma in effetti e' un errore parecchio strano, rispetto all'opposto: chissa' cos'hanno visto in ecografia heheheh

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse era Veronica che faceva i gestacci! E' già simpaticissima sta bambina!!!

      Elimina
  7. Veronica è il giusto nome, vuol dire "portatrice di vittoria".
    E' la speranza anche per me.
    Benvenuta al mondo tesoro.

    grazie Elizabeth per avermi raccontato la sua storia

    RispondiElimina