05 luglio, 2013

Sicurezza e fiducia

Lo confesso, sono una mamma abbastanza ansiosa. Cerco di contenermi, ma quel frustrato desiderio di totale controllo che ogni tanto mi piglia, mi fa arrivare a livelli di ansia che vorrei evitare.
Ma ci lavoro, eh.

Una delle mie ansie maggiori emerge quando siamo in mezzo alla folla.
I casi di sparizioni "nel nulla" di bambini, purtroppo mai ritrovati, mi hanno sempre turbata parecchio, figuratevi ora che sono mamma.

Ecco perchè passeggiare per un budello ligure può diventare un piccolo incubo. Se la bambina, come ormai accade sempre, schifa con sdegno il passeggino perchè vuole camminare e di prenderla in braccio non se ne parla, starle appresso non è per nulla facile. Riesco a farmi dare la manina, ma dopo un po' la piccola jena si stufa e fa capriccetti, tira il braccino, vuole staccarsi, vuole correre. E non si può correre in uno stretto, affollato budello. Non si può, perchè sarebbe impossibile non perderla di vista e io non voglio perderla di vista per nulla al mondo.

Stessa cosa in spiaggia, o sul lungomare: la mia piccola regola è che devo vederla. Regola base.

Ora immaginatevi il mio stato d'animo sapendo che mia figlia da venerdì è al mare coi nonni e ci resterà tutto il mese.

Ho imparato una cosa fondamentale: fidarmi.
Posto che ho capito di poter dare fiducia, l'ho data. Sono tranquilla, so che è in buone mani, controllata e amata. So che non la perdono mai di vista, so che le mettono un'adeguata crema solare (alla sottoscritta, PelleBiancaeLentigginosa, tre mesi fa hanno asportato un neo tutt'altro che bello), che non la espongono al sole nelle ore più calde, so che le danno da mangiare ciò che le darei io, so che non la portano in auto se non sul seggiolino.

Ho capito che subire afa e zanzare non era un bene, che qui l'aria d'estate non è un gran che, soprattutto per una bambina di due anni. Ho capito che per affrontare al meglio il prossimo inverno, sarebbe stato opportuno un bel po' di mare, oltre che la montagna insieme a mamma e papà, ad agosto. Tanta aria buona.

Ho capito che dovevo imparare a fidarmi, per lei, per il suo bene, per la sua salute. Sta meglio laggiù, si diverte, mangia di più e dorme meglio. Io mi metto in un angolo e scelgo di delegare un po', con attenzione e pazienza, con tante raccomandazioni, ma so che la mia fiducia è ben riposta. So che la sua sicurezza, è al primo posto per tutti.

Mi manca eh, l'ho scritto già, quanto mi manca, ma per lei metto da parte il mio egoismo e la mia mania di controllo.

Quest'estate per me, sicurezza è aver imparato a fidarmi.



Questo post partecipa al Blogstorming di GenitoriCrescono

13 commenti :

  1. dai dai è in ottime mani e questa vacanza fa bene a tutti, nostalgia compresa.
    Eh sì il budello di alassio è un dramma, ti capisco.
    baci sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, nostalgia compresa, verissimo :)

      Elimina
  2. ooooh ma non saranno mica venuti in zona Hotel Fetente veroooo? heheheh no dai, la Liguria e' bellissima, e si divertira' un sacco. Fidati :-)
    Ma senti ma...allora credevo di non aver capito e invece avevo capito...insomma, il tema del blogstorming e' Fare Gruppo o Sicurezza?! Forse Fare gruppo era il merse di giugnooo? Baci, Sfolli Gnorry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  3. Miiiiiiiiii cancello i commneti da sola...no no, ce la posso fare!

    Diciamo che noi abbiamo la fortuna di disporre di una casa Ballerina friendly (spaziosa e vicina alla spiaggia), ma ho visto certe stamberghe in liguria che sarebbero da denuncia!

    Ma io credo di aver capito che fosse "organizzazione e sicurezza" in relazione all'estate, ma se ho toppato pazienza, me lo diranno via mail!

    RispondiElimina
  4. Sei stata bravissima....io mi vanto di fidarmi ma in realtà sto sempre un pochino in ansia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì beh, aspetta, non è che sono un fenomeno, un pochino di dubbio c'è sempre, ma so che i nonni non sono due sconsiderati!

      Elimina
  5. Lei starà sicuramente benissimo! anch'io sono angosciata dal "perderli di vista", soprattutto nei luoghi di villeggiatura. uhh anch'io vorrei dei nonni affidabili!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una delle mie paure più grosse...
      Sì, i nonni affidabili sono un valore inestimabile e da non dare per scontato.

      Elimina
    2. non è facile lasciare i propri figli, non lo è per nessuno, ma c'è un momento in cui bisogna farlo, per necessità e per il loro bene. Stai tranquilla, con dei nonni così, andrà tutto bene e tu ti sentirai fiera di loro e della tua bambina. Un abbraccio, cara.

      Elimina
    3. Speriamo Linda, speriamo. Un abbraccio a te, sperando che un po' dell'amarezza che ho letto da te la scorsa settimana, sia scivolata via

      Elimina
  6. Come ti capisco! da quando mio figlio aveva 18 mesi ha fatto il suo mese di mare al paesello, e mi sono fidata ciecamente dei miei. ora che è più grande e che al paesello ci viviamo, è a roma a casa di mia sorella, e la mattina va col cugino al campo estivo...sono ansiosa di mio, immagina ora, ma mi sto fidando di gnomo adesso...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero Pink, quando crescono poi dobbiamo imparare anche a fidarci di loro, è fondamentale :) un abbraccio

      Elimina