20 giugno, 2013

Staccate vs Taccate

Ovvero me vs mia suocera.

Dovete sapere che io e mia suocera andiamo d'accordo. E' una donna pratica, che tende a farsi i fatti suoi (per me la DOTE SUPREMA, per un essere umano), che mi aiuta quando chiedo e senza presentare il conto. Mia suocera non ha idealizzato e piedistallizzato il suo pargolo trasmutandolo in un essere perfetto, incrocio mitologico tra Mozart, Leonardo da Vinci, Einstein, Shakespeare e Brad Pitt. Nonnò, lei è ben conscia della di lui testa granitica e della sua tendenza (con lei) ad assumere atteggiamenti degni di una grattugia.

TUTTAVIA

costei, potrebbe tranquillamente mangiarmi in testa, sfondando ella il limite del metro e settantacinque (staccata), associando a tanta statura una perfetta taglia QUARANTADUE, cosa che io ho sfoggiato fino a 21 anni, barando pure perchè gli ultimi acquisti di tale taglia erano stati fatti a Londra, dove le taglie, si sa, sono più generose che qui in Italia.

COMUNQUE

non paga di ciò che Madre Natura le ha donato, mia suocera sfoggia tacchi vertiginosi con la disinvoltura di un airone in volo: avete presente? Qui ce ne sono parecchi, esseri longilinei e di un'eleganza dal mal di testa. Se ne frega altamente se portando cotanti tacchi, raggiunge e supera il marito, tanto più che se ne frega anche lui, quindi, tutti felici.

Io. Io sono di un'altra pasta.
Io sono semplice, anche se mia madre direbbe il contrario. Io prima di tutto penso a star comoda. E fin da quando sono bambina, sulle scarpe mi sono imposta. Per dire, dato che ero una abbastanza maschiaccia, avevo confidenza con terreni erbosi, sassosi, ghiaiosi, fangosi, ecc...guai a propormi un sandalo.

Crescendo, ho maturato un grande amore per quelle che oggi chiamiamo Sneakers. Ne ho collezionate mille milioni di miliardi. Alcune demolendole letteralmente (le ultime non sono sopravvisute ad una gita in Svezia durante la quale ci ha colti la neve...).

Di tela, di pelle, a metà, bianche, nere, colorate. Davvero non saprei contarle.
Ho comprato le ultime una settimana fa al mare. Già, al mare. Dove gli altri esseri umani comprano le infradito.

Io sono una mamma staccata. Ma non staccata e basta: sono staccata con le sneakers.
Le scarpe col tacco sono belle, ne ho anche diverse, ma mi servono in occasione di
  • Matrimoni
  • Battesimi/Communioni/Cresime
  • Cene particolarmente fighe
  • Colloqui particolarmente importanti

Basta.

Ripeto, sono belle, mi piacciono tanto, ma come può piacermi un Van Gogh: lo guardo avidamente, ma so che mai potrò permettermelo.

Ero staccata prima, figuratevi adesso che devo correre dietro ad una trottola di due anni.


Mamma staccata


QUESTO POST PARTECIPA ALL'INIZIATIVA STACCATE VS TACCATE DI LA STACCATA.

9 commenti :

  1. A me invece sono sempre piaciuti i tacchi, pur non essendo obiettivamente bassa (1,70), magari non altissimi ecco, ma trovo che slancino alla perfezione. Fino a una settimana fa, quando in mezzo alla strada sono caduta rovinosamente dall'alto delle mie zeppe...risultato, un livido sul ginocchio destro, una sbucciatura enorme sul ginocchio sinistro e tanto spavento per la creatura in grembo...direi che per quest'anno l'estate può continuare con infradito e ballerine.... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma devo venire lì e picchiarti????? Ballerina da ora fino alla consegna al mondo della creatura! ;-)

      Elimina
  2. Ciao ElisabethB! Inserisco con molto piacere il tuo contributo sulla mia paginetta. Però mi chiedo: beccassi mai una Taccata, ma siamo proprio sicuri che esistano? Eppure le vedo in giro, eccome, anche mentre sospingono una carrozzina. Amiche di Elisabeth, mi permetto di lanciare un appello: se mi leggete in tacchi, fatevi sentire, ok? ;-)
    Grazie per aver partecipato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Scarlett qui sopra a quanto pare è una Taccata! Sarà mamma ad ottobre, la aspettiamo al varco ;-)

      Elimina
  3. Anch'io sono una mamma staccata... con le sneakers e con le ballerine!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda un po', un'altra affinità :)

      Elimina
  4. Io con i tacchi non riesco neanche a stare in piedi ferma, figuriamoci a rincorrere due belvette! Sneakers e ballerine sempre e comunque, matrimoni compresi...e questo anche prima di diventare mamma! Però le infradito mi piacciono un saccoB-)

    RispondiElimina
  5. e chi se li ricorda più i tacchi? l'ultima volta credo di averli messi nel 2000 a un matrimonio. Con la maternità sono diventati direttamente tabù.

    RispondiElimina
  6. Ma allora è vero...mi sa che le Taccate sono proprio in minoranza!

    RispondiElimina