29 ottobre, 2007

Occhi di civetta

Mi rendo conto di aver scritto frasi molto romantiche ultimamente, ho anche citato parole non mie, ma che in questo periodo sento mie.
Giusto per sdrammatizzare, mi viene in mente come si è accesa la scintilla tra me e Darcy.

Dunque, devo dire che erano mesi che ci giravamo intorno come due zanzare, sì, mesi, perchè per tutti e due era necessario un po' di tempo, per motivi vari.
Gira intorno oggi, gira intorno domani, si trattava solo di scoprire le carte...ma bisognava aspettare il momento giusto.
Ed ecco com'è arrivato. Abbiamo organizzato un weekend lungo a Roma, non eravamo soli, c'era insieme a noi un amico comune, che con entrambi ha molta confidenza. Prenotiamo quindi una stanza tripla, in cui io mi accaparro il letto matrimoniale e loro due maschietti cavalieri si accontentano dei due lettini.
Dopo un'intensa giornata di turismo e una succulenta cena, belli stanchi torniamo in camera. Tutti impigiamati, ci infiliamo nei rispettivi letti, spegnamo la luce e...Darcy scoppia in una fragorosa e spontanea risata. All'inizio nè io nè il nostro amico comprendiamo la ragione di tanta ilarità. Poi Darcy mi indica e io mi accorgo che sulla giacchina del mio pigiama spiccano fosforescenti gli occhioni della civetta che c'è stampata sopra......
Io mi ricordo la stanza buia, lui che mi corteggiava molto elegantemente, io che ne ero molto felice, chissà quali romanticherie avevamo in testa...ed ecco che quando si spegne la luce, risaltano nel buio gli occhi di una civetta sul mio pigiamone di cotone, tutt'altro che sexy.

Qualche tempo dopo Darcy mi ha confessato che quello è stato un episodio chiave della nostra storia: dopo aver scatenato tanto buon umore, ha capito che ero proprio Io.

5 commenti :

  1. Era destino che tutte quelle civette che collezioni ti portassero da qualche parte!

    RispondiElimina
  2. Parecchie volte a me hanno regalato delle civette (...finte) dicendomi che erano dei portafortuna... sta a vedere che alla fine e' vero...

    RispondiElimina
  3. utente anonimo31 ottobre 2007 14:17

    ...mi manca il fiato dalle risate ancora adesso che ho rivissuto quegli attimi...

    Comunque Elizabeth il pigiamone con la civetta resta il mio preferito, anche se devo dire che quello fatto con la tovaglia da picnic si piazza come ottimo secondo!


    :-D


    Darcy

    RispondiElimina
  4. Va bene, quello con la civetta è buffo. Ma definire "tovaglia da picnic" un fighissimo pigiamo di Calvin Klein...beh, è scandaloso!


    ;-)

    RispondiElimina
  5. Povero Calvin... bistrattato e incompreso.

    A Natale, fatti regalare un pigiama da Darcy, così, finalmente, capirai come gli piacciono ;)

    RispondiElimina