21 agosto, 2007

Ricordando con un sorriso...

Mangiare il gelato sulla gradinata della chiesa, andare a piedi fino al bar delle seggiovie, abbuffarsi di bavarese, litigare giocando a Trivial Pursuit ("Il Sud Africa e l'Africa del Sud non sono la stessa cosa!"), chicchierare sulle panchine mentre i ragazzi giocano a basket, raccogliere rami (non umidi, mi raccomando!) per la grigliata sul fiume, guardare le stelle sul prato di cascina Topini, scaldarsi vicino al fuoco in piazza bevendo vin brulé, alzarsi all'alba al mattino per andare a sciare...

Sorry, ma in questo periodo sono sentimentale. Sento che la mia vita sta compiendo svolte importanti, elettrizzanti, fortemente volute, di cui sono fiera, che mi riempiono la testa di pensieri sul futuro, di quello che mi aspetta nei prossimi mesi, che mi invadono di sentimenti positivi. Non semplicemente gioia. Sono talmente tanti, forti e complessi che a volte mi sembra di non essere abbastanza grande da contenerli tutti.
In questo momento, in cui innevitabilmente sono proiettata in avanti, spesso mi capita di guardare indietro. Non è nostalgia, o forse lo è in parte, ma le cose cambiano, l'importante è conservare i ricordi belli. Ma la motivazione non è solo questa. Proprio il presente ed il futuro, spesso mi riportano verso luoghi e persone che riemergono dal passato. E ne sono davvero felice.

17 commenti :

  1. Queste tue parole, racconti, pensieri mi calzano perfettamente. Il timore per il futuro mi fa sempre guardare indietro

    RispondiElimina
  2. Mah, forse istintivamente cerchi i luoghi e le persone da cui sei arrivata per sapere dove andare


    ma l'avresti mai detto alle elementari che quella robina con i codini che giocava a calcio sarebbe diventata così profonda?

    RispondiElimina
  3. si', penso lo sia sempre stata..

    RispondiElimina
  4. Credo che si capisse già!


    Grazie per i vostri commenti...non perchè scrivete, ma per quello che scrivete!

    RispondiElimina
  5. ma...scighera eri anche tu alle elementari con me ed elizabeth?


    Comunque pensavo di essere rimasta in mente per il chiacchiericcio continuo che producevo e per i disegni... ;)

    RispondiElimina
  6. si' e devo ancora fare l'esame ..non riesco a passarlo..la nostra amica coi codini non mi ha fatto copiare all'esame...e sono ancora li'

    RispondiElimina
  7. Orpo, ma adesso sono curiosa: sono così tante le persone a cui non ho fatto copiare che non ti focalizzo scighera!

    RispondiElimina
  8. stavo scerzando, scusa ma volte non riesco a trattenere il mio umorismo da 4 soldi...l'ho conosciuta tardi..purtroppo

    RispondiElimina
  9. Scighera, era Mare che alle elementari era già profonda! Io non mi ricordo com'ero, forse lo ero anch'io...

    Ma in ogni caso lo sono diventata, no??

    RispondiElimina
  10. Mare, i tuoi disegni sono impressi nella mia memoria, spero che tu continui a coltivare quel dono!

    RispondiElimina
  11. Ragazzi, basta complimenti...o divento rossa (guai a voi se fate battute in proposito!)

    RispondiElimina
  12. In realtà finito il liceo e dopo aver deciso di non andare all'Accademia di belle arti di Brera e di non fare architettura non ho più disegnato. Chi invece ne ha fatto un mestiere è fabio, te lo ricordi?

    RispondiElimina
  13. Certo che me lo ricordo! Ogni tanto lo vedo in giro...ne ha fatto un mestiere?

    RispondiElimina
  14. hai fatto bene a dire guai a chi fa battute..me ne stava gia' partendo una ;-))

    certo che lo sei Elizabeth, come dicevo ti ho conosciuta tardi ma a quell'eta' gia' lo eri

    RispondiElimina
  15. Mare: sono un po pirla ma in fondo buono (elizabeth puo' confermare), te l'ho detto subito

    RispondiElimina
  16. Ecco deve è finito il nostro compagno http://www.fabionale.it/

    RispondiElimina
  17. ah eccolo, cazzarola erani anni che cercavo Anale

    RispondiElimina