16 agosto, 2007

Ferragosto

Per me Ferragosto è un po' come Capodanno, mi piace trascorrerlo in luoghi che sanno di casa con persone che se non sono della famiglia, poco ci manca.
E' successo così anche ieri.
Alle 9.30 io e Darcy ci siamo messi in auto e siamo partiti per la montagna. A parte un po' di coda, tutto ok. Su ci aspettavano i miei, gatto compreso, e tutti i vicini di casa per un super pranzo con grigliata. Siamo partiti con tartine al gorgonzola, al salmone, al tonno, focacce e pizze strane, per passare poi a frittate e torte salate di ogni genere, l'insalata russa di mamma e le acciughe con bagnetto di papà, per arrivare alla carne alla griglia con i crauti, l'insalata e i pomodori. Per finire, due torte di mele, tiramisù, dolcetti al cocco, un provvidenziale caffè ed un altrettanto provvidenziale passito.
Dopo pranzo, ci si proponevano due alternative: un bel sonnellino, opzione da me caldeggiata, oppure una passeggiata fino al paese e ritorno, opzione sostenuta da Darcy. Ha vinto quest'ultima: siamo scesi fino in paese dove abbiamo fatto tappa per una bibita fresca, dopo di che, ritorno a casa...Purtroppo ci aspettava l'auto per il rientro in città. Sob. Ogni volta che rientro da quei posti, ci lascio un pezzettino di cuore.

3 commenti :

  1. mmm che bello Elizabeth!!!!!!!!!! e il barbera??

    RispondiElimina
  2. Barbera...eh sì, anche il Barbera!

    RispondiElimina
  3. ah adesso si' che si ragiona...poi un bel caffe' e un bell'amaro..

    RispondiElimina