30 maggio, 2011

Un po' di distrazione dall'argomento Ballerina

Ieri sera io e Darcy abbiamo visto "Il discorso del Re". Film bellissimo. Colin, bontà sua, strepitoso. Solo un pensiero mi passa nella mente: forse era meglio vederlo in lingua originale, o forse no, forse meglio rivederlo in lingua originale, così capisco tutto meglio. Comunque sia, stupendo. 


Durante la scena cruciale del film, il discorso che dà il titolo al film stesso, il discorso di Giorgio VI alla nazione, in cui il sovrano annuncia che è stata dichiarata guerra alla Germania di Hitler a seguito dell'invasione di quest'ultima ai danni della Polonia, si sente una meravigliosa musica in sottofondo. E' una carezza di archi e fiati, una soave melodia tanto lieve quanto ricca di forza, che sembra sostenere ed incitare il Re nella difficile impresa di comunicare una cosa tanto grave ad un microfono, dietro cui c'è un regno intero. La musica sembra davvero fargli coraggio, spingerlo, aiutarlo. E' un crescendo, alla fine del quale il Re compie egregiamente il suo dovere.






Ora, io forse sono un po' di parte, perchè mio papà da molto piccola mi ha crescita a rock anni 70 e Beethoven, ma a me dà proprio i brividi.


http://www.youtube.com/watch?v=4uOxOgm5jQ4

E ogni volta che lo ascolto mi chiedo: come può un paese che ha dato i natali ad un simile talento, come può essere arrivato al punto a cui tutti sappiamo essere arrivato? 
Sembra tanto, ma sono passati poco più di cinquant'anni...

8 commenti :

  1. Che bellezza *_*
    Sono rimasta a corto di parole

    RispondiElimina
  2. Sentito che roba Owl? Pelle d'oca.

    RispondiElimina
  3. Anche a me è piaciuto molto il film.. un'interpretazione davvero intensa da parte di Colin Firth.. film meraviglioso!

    RispondiElimina
  4. Si Chiaretta, poi lui è anche un gran bel pezzo d'uomo, il che male non fa!!!

    RispondiElimina
  5. Anche a noi è piaciuto tanto questo film... Pure io amo Beethoven, anche se aveva un gran caratteraccio. Mi sono anch'io posta la stessa domanda e sarebbe lungo provare a rispondere. Perlomeno la Germania ha saputo lavorare duramente su se stessa, dagli anni Sessanta in poi, cosa che qui non siamo riusciti a fare sino in fondo.

    Un abbraccio... e un pensiero dolcissimo alla tua ballerina!

    PS: Colin Firth è il mio Darcy preferito, non mi è piaciuta tanto la versione cinematografica più recente.

    RispondiElimina
  6. @Simona: E' in assoluto anche il mio Darcy dello schermo preferito, nello sceneggiato BBC è praticamente PERFETTO! L'attore dell'ultima versione cinematografica ha troppo il faccino da bravo ragazzo dolce...

    RispondiElimina
  7. Ottimo pezzo, e ottimo film!
    (anche se a me Colin Firth non ha mai attizzata, chissa' perche')

    RispondiElimina
  8. Mmmm Sfolli, sarà che interpretava un ruolo un po' ingessato..^__^

    RispondiElimina