26 novembre, 2008

14 ottobre 2008

Visita guidata a Benuos Aires.
Premetto che io sogno di visitare la capitale argentina da ANNI, da quando sono alta un metro. Immaginatevi quindi con che spirito inizio la giornata. Sembro una bambina che vede i regali impacchettati la mattina di Natale.

La giornata inizia alle 11, quando dopo una ricca colazione, Yamila (la nostra guida a Buenos Aires) passa a prenderci per il tuor. In poche ore visitiamo numerosi quartieri ed i prinicipali monumenti cittadini. Scopriamo che Buenos Aires ha tre porti di cui solo uno attivo al giorno d'oggi. Vediamo i fortissimi contrasti dei quartieri: è un attimo passare dalle favelas vicino alla Boca ad eleganti zone ristrutturate.
In particolare visitiamo la Avenida 9 di luglio, la direttrice principale della città, larga ben 140 mt. e dove sorge un imponenete obelisco simbolo della fondazione di Buenos Aires. La Casa Rosada, in Plaza de Mayo; San Telmo, il quartiere del tango; la Boca, dove ci addentriamo nel Caminito e dove vediamo lo stadio del Boca Juniors; Puerto Madero, elegante zona ex-portuale ora completamente riqualificata dove spicca un moderno ponte di Calatrava; gli eleganti Racoleta e Palermo e molto altro. E' davvero una giornata intensa!
Alla fine del tour torniamo in aeroporto per scoprire che anche questa volta il nostro volo è in ritardo...
Più o meno alle nove però, siamo a già a Puerto Madryn, pronti per visitare la Peninsula Valdes.

DSC03544

























DSC03561

1 commento :

  1. utente anonimo2 dicembre 2008 13:44

    Piccola nota di colore: lo stadio del Boca, la "Bombonera", è l'unico posto al mondo dove la pubblicità della Coca-Cola è scritta in bianco su sfondo nero...

    Sapete perché??? Perchè il bianco e il rosso sono i colori del River Plate, acerrima nemica del Boca!


    Darcy

    RispondiElimina