15 maggio, 2008

Corso di cucina

Come avevo annunciato qualche tempo fa, lunedì ho iniziato un corso di cucina: una lezione a settimana per due mesi circa. Alla prima lezione eravamo ben in quattro: tre future spose e una neosposa con grandi difficoltà tra i fornelli. Quando arriva il cuoco, sembra di stare sul set di una di quelle trasmissioni di cucina: si mette il suo camice nero (se si può definire così, probabilmente c'è un termine più appropriato) con il nome ricamato sopra, dispone sul bancone piatti, piattini e ciotole, riempie gli stessi con tutti gli ingredienti dosandoli sapientemente con una bilancia hollywoodiana. E via, parte lo show! Lui esegue, spiegando materiali, temperature, fiamme, condimenti, bevande da associare...e noi quattro a prendere appunti come forsennate. Dopo due ore e mezza di spadellamenti e non poche risate, le pietanze sono pronte:


  • gnocchetti parigini

  • galletto cotto al forno nella creta

  • filetto al sale

  • bianchetto piemontese (uno spezzatino di vitello)

  • frittura dolce (semolino e mela)


Dato che il corso lo prevede, dopo la preparazione, abbiamo cenato. Il cuoco aveva pure portato un'ottima bottiglia di vino rosso, con cui abbiamo accompagnato i cibi. Non ce n'era molto a testa, ma ci siamo ampiamente sfamate e soprattutto...era tutto quanto delizioso.

La prossima puntata sarà dedicata alla preparazione di salse e minestre. Vi farò sapere.

5 commenti :

  1. Dall'Emiliano, dopo l'orario di chiusura. Gnam!

    RispondiElimina
  2. Beh... leggere il menu' fa venire fame.

    Dopo esserci sposati, io e la mia neo-moglie abbiamo scoperto che nessuno dei due sapeva cucinare..... ho dovuto imparare io... con l'enciclopedia della cucina.

    Ciao

    RispondiElimina
  3. Come sono questi gnocchetti parigini? Mi sa che ti toccherà aprire una rubrica settimanale in questo blog!

    RispondiElimina
  4. utente anonimo16 maggio 2008 11:52

    Noi invece siamo abbastanza complementari per quanto riguarda le attività culinarie: Elizabeth è fortissima con i primi, le torte salate e i dolci; io invece sono specializzato in secondi e piatti della tradizione della nostra amatissima città!


    Darcy

    RispondiElimina