17 marzo, 2008

Avrebbe dovuto essere solo una settimana...

....invece alla fine dei conti sono stata via molto di più.
Ma andiamo con ordine.
Martedì 4 marzo sono partita per Bratto, una franzioncina montana in provincia di Bergamo. A Milano, sopra lo smog, sembrava esserci il sole. A Bratto, a poco più di un'ora dal mio arrivo, ha cominciato a nevicare per smettere solo durante la notte. Sembrava che le montagne mi dessero il benvenuto, è stato bello poter guardare fuori dalla finestra e vedere distese di pini con i rami carichi di neve. Perchè ero lassù? Ero ad un corso di formazione pagato dall'azienda per cui lavoro: 5 giorni di Lab con altri 9 colleghi provenienti da altre sedi in cui ci si strapazza il cervello con la comuncazione e l'influenzamento. Il corso è stato divertente, ma ciò che porterò con me di questa esperienza è altro: la sintonia nata con la compagnia di colleghi, con cui si stava ore a chiacchierare dopo cena, il cibo dell'albergo, degno di un grande applauso, il centro termale dell'albergo, dove ogni giorno ho trascorso le pause pranzo, tra piscine riscaldate, bagni di vapore e massaggi.
Sabato 8 marzo alle 17.30 rientravo in casa. Darcy mi ha detto che appena scesa dal treno sembravo una profuga (quindi il centro benessere non aveva sortito alcun effetto su di me), quindi appena arrivata a casa ho fatto un bel doccione e svuotato al volo la valigia, per poi ri-riempirla dopo poche ore.
Domenica 8 marzo alle 15.00 sono partita per Massa Marittima, motivo del viaggio, una specie di riunione di 2 giorni. Con 2 colleghi abbiamo cenato e dormito vicino a Pisa e proseguito il mattino dopo. Sono rimasta a Massa Marittima lunedì e martedì 11 dopo pranzo siamo ripartiti per tornare a casa. Abbiamo deviato per Siena, dove ci aspettava un'altra collega. Siamo rientrati a casa che erano ormai le 20 passate. Ero morta di stanchezza. Ma Siena, quant'è bella??
Mercoledì, giovedì e venerdì ho ripreso il normale tran tran del lavoro, ma ero sommersa, letteralmente sommersa dalla posta e da altre pallosissime cose da fare...In sostanza, non ho avuto tempo di scrivere.
Ieri notte, mentre mi rigiravo nel letto cercando di prendere sonno, ho pensato che finalmente stamattina avrei scritto, magari più di un post, perchè ne avevo voglia, l'avrei fatto anche subito, avendo la possibilità. Questo blog mi è mancato, mi è mancato il tempo che ci dedico, il tempo in cui scrivo semplicemente quello che mi passa per la testa.

1 commento :

  1. Ma come, sei venuta a Siena senza dirmelo.... eheheh... bentornata!

    RispondiElimina